Come funziona il reddito di emergenza?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 12:39:52 08-06-2020

Il Governo, a seguito dell’emergenza Covid-19, ha disposto straordinarie misure economiche a sostegno degli italiani. Una di queste è il REM, cioè il reddito di emergenza e rientra nel Decreto Rilancio.

Rem: cos’è e a quanto ammonta

Il Rem è uno strumento previsto dal Ministero del Lavoro e sarà attivo dal mese di giugno. Consiste in un sussidio temporaneo variabile concesso a chiunque dimostri di aver subito perdite economiche a fronte dell’emergenza Coronavirus.

Per il reddito di emergenza le risorse messe a disposizione ammontano a 954 milioni di euro. L’importo erogato a ciascun soggetto avente diritto è variabile da 400 euro fino ad 800 euro. Se in famiglia vi è un figlio disabile la cifra può salire eccezionalmente a 840 euro.

Per avere accesso è necessario fornire i propri dati e altri requisiti che vedremo ora. Il sussidio verrà liquidato in due tranche della stessa cifra.

Rem: chi può averlo

Per poter fare richiesta del Rem bisogna dimostrare di versare in difficoltà economica. Il soggetto che ne ha necessità deve essere residente in Italia e l’Isee della famiglia non può superare 15 mila euro. Il patrimonio immobiliare, inoltre, non può essere maggiore di 10 mila euro secondo quanto dichiarato nel 2019.

Il patrimonio mobiliare può crescere di 5 mila euro per ogni componente e diventare 15 mila euro al massimo, ma solo se si è in 2. Se, invece, c’è un disabile grave o individuo non autosufficiente, questo può toccare anche 25 mila euro.

Nel periodo della pandemia la famiglia deve dimostrare di aver avuto difficoltà economiche e che il reddito familiare sia inferiore all’importo erogato da REM.

Non potranno richiedere tale sussidio i detenuti, ricoverati in strutture di lungodegenza o Rsa, chiunque abbia già percepito altri bonus forniti dal Governo e chi percepisce il reddito di cittadinanza. Sono esclusi i pensionati, lavoratori dipendenti.

Rem: come fare domanda

La domanda per il REM dovrà essere inoltrata direttamente all’INPS entro la fine di giugno. Sarà necessario inserire il pin INPS e seguire una procedura online. Per fare richiesta è possibile rivolgersi anche ai patronati e Caf.

L’Agenzia delle Entrate dovrà verificare che i dati immessi siano corretti. In caso contrario il Rem verrà revocato e bisognerà restituire eventuali cifre già erogate. Se ciò non accade verranno disposte delle multe.

Come funziona il reddito di emergenza?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Maggiore liquidità per le famiglie italiane in difficoltà , Rilancio dell'economia familiare e incentivo ai consumi

Giudizio negativo Svantaggi: Reddito esclusivo solo per una fascia di contribuenti

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: inps reddito di emergenza Rem

Categoria: Affari e finanza

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come funziona il reddito di emergenza?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento