Com’è stata costruita Venezia?

basato su 1 Opinione

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 16:29:48 09-01-2012

Venezia è una città unica al mondo che sorge sulle oltre cento isole della laguna Veneta, la sua fondazione si fa risalire al IV – V secolo d.C. quando gli abitanti dell’entroterra, una popolazione che viveva soprattutto di pesca e della produzione e commercio di sale cercò scampo dalle numerose calate di barbari che provenivano dal nord e dall’est Europa.
Soprattutto la discesa degli Unni nel 452 e quella dei Longobardi del 568 vide affluire sulle isole migliaia di persone. Riparare sulle terre emerse della laguna permise loro di evitare saccheggi e battaglie, tuttavia all’inizio si trattava di insediamenti sparsi e venivano preferite quelle aree più lontane dalla terraferma come Torcello o Ammiana.
In quei tempi di guerre continue la soluzione migliore parve essere quella di trasformare i piccoli villaggi in insediamenti stabili e si diede allora il via alla costruzione di Venezia.

L’edificazione della città richiese delle opere di rafforzamento delle terre emerse, infatti la laguna fino a qualche millennio prima era parte della Pianura alluvionale formata dalle foci del Piave e del Brenta, ma il continuo deposito di detriti finissimi provocò un innalzamento del livello del mare e il conseguente allagamento. Emergevano dalle acque solo i territori più elevati che divennero le isole, ma si trattava di terreni fangosi che avrebbero fornito fondamenta instabili per palazzi e costruzioni in mattoni.
I Veneziani di allora rinforzarono i terreni piantando milioni di pali di rovere che sprofondavano fino a raggiungere il caranto, uno strato più solido, quindi al di sopra di essi venivano posizionate tavole in legno in quantità da fornire una base d’appoggio sufficientemente solida, quindi si scavavano le fondamenta nel fango.
I pali non marcivano e resistono da secoli perché negli strati profondi del fango non vi è ossigeno e quindi non può avvenire la degradazione del legno.
In sostanza Venezia sorge su isole di legno di rovere.

Un altro problema che dovettero affrontare i costruttori fu la completa mancanza di acqua potabile e a questo scopo vennero studiati i campi e i campielli; quelle che a noi paiono caratteristiche piazzette erano in realtà enormi cisterne. Venivano isolate dalle infiltrazioni della laguna con una specie di “fodera di argilla” e quindi ricoperte di sabbia che lasciasse filtrare l’acqua piovana, un pozzo al centro della piazza permetteva poi l’approvvigionamento idrico alla popolazione.
In città ne esistevano circa 7.000.

Furono poi edificati ponti per unire le varie isolette, ma poiché i detriti trasportati dai fiumi tendevano a innalzare il livello delle acque lagunari, si procedeva spesso a operazioni di pulizia dei canali e a interventi idraulici in grande scala per modellare le caratteristiche della laguna evitando che le forti correnti marine potessero intaccare il delicato equilibrio tra acque dolci trasportate dai fiumi e acque salate.
Tutta la città è una vera e propria opera di ingegneria che ha visto il suo completamento con l’edificazione di palazzi che potessero avere sia un’entrata sull’acqua per lo scarico delle merci (non dimentichiamo che furono i più grandi mercanti d’Europa per secoli) che una su terra.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Com’è stata costruita Venezia?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Venezia è una città unica al mondo , Tutta la città è una vera e propria opera di ingegneria

Giudizio negativo Svantaggi: nessuna

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: albergo veneto campeggio venezia laguna venezia venezia

Categoria: Varie

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Com’è stata costruita Venezia?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti (1)