Ci sono rischi a donare il sangue?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:16:54 20-02-2011

In Italia la donazione del sangue è disciplinata dalla legge n.107 del 1990 “Disciplina per le attività trasfusionali relativa al sangue umano ed ai suoi componenti e per la produzione di plasma derivati”.
Nel 2° comma del 1° articolo si evidenzia che le attività di raccolta si fondano su donazione volontaria, gratuita e periodica del sangue umano e dei suoi componenti. il comma 4 stabilisce che il sangue umano e i suoi derivati non sono fonte di profitto e che i costi sono a carico del Fondo Nazionale Sanitario.

ESPERIENZA PERSONALE: Sono donatore AVIS da cinque anni e ho ricevuto diverse benemerenze che vengono riconosciute a chi effettua un certo numero di donazioni.
Spesso chi non è un donatore di sangue, afferma “ma donare il sangue fa male!”, è un’affermazione priva di fondamento.
Ho ricordato che la normativa parla di “donazione periodica”, questo significa che nell’arco di un anno non si possono effettuare più di 4 donazioni, quindi è escluso il remoto pericolo di avere una diminuzione dei valori normali dei globuli rossi.

Sono anche esclusi i rischi che potrebbero derivare dalla donazione in sè in quanto il sangue viene prelevato solo a soggetti sani.
Ogni volta infatti che mi reco al centro trafusionale della mia città, devo compilare un modulo nel quale sono formulate tutta una serie di domande utili al medico per accertarsi che il donatore non sia un soggetto a rischio ( ad esempio se ha avuto rapporti sessuali promiscui, se è tossicodipendente o se ha effettuato dei tatuaggi) e soprattutto se non ha avuto negli ultimi tre mesi delle malattie e non ha assunto farmaci.
Dopo avere compilato il modulo, mi viene tolto il sangue per fare un’analisi che ha un responso immediato e successivamente ho un colloquio con il medico che mi sottopone ad ulteriori domande, se per esempio i valori del ferro sono bassi, mi viene consigliato di donare il plasma e non il sangue.
Ogni anno sono sottoposto a una visita di controllo generale che oltre agli esami del sangue e delle urine, comprende anche un elettrocardiogramma e una visita cardiologica; ogni due anni, inoltre, vengo sottoposto ad una radiografia del torace.
Essere un donatore del sangue significa quindi avere maggiori controlli medici ed essere sottoposto periodicamente ad esami di laboratorio che hanno un costo notevole se dovessero essere effettuati come privato.

Per quanto riguarda poi la possibilità di eventuali rischi dal punto di vista igienico-sanitario, anche questi li escludo; gli infermieri operano con tutti i dispositivi di protezione, l’ago per prelevare il sangue viene tolto dalla confezione in mia presenza qualche minuto prima della donazione, non c’è quindi il rischio di contrarre malattie infettive dovute a una cattiva osservanza delle regole stabilite dal protocollo del servizio.

Un altro aspetto importante riguarda il fatto che dopo una donazione ci si possa sentire stanchi: la legge n° 584 del 1967 stabilisce che il donatore di sangue ha diritto all’astensione del lavoro per l’intera giornata lavorativa, il lavoratore conserva la normale retribuzione, ma il contributo è a carico dello Stato.

Per questi motivi consiglio di effettuare la donazione in assoluta tranquillità.

PREZZO: La donazione è gratuita

SVANTAGGI: Nessuno
VANTAGGI: Indicati.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Ci sono rischi a donare il sangue?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: si ricevono benemerenze , si salvano delle vite

Giudizio negativo Svantaggi: nessun svantaggio

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: AVIS donare il sangue donatori avis

Categoria: Varie

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Ci sono rischi a donare il sangue?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento