Chi ha vinto il premio Nobel per la Pace 2013?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:35:17 22-10-2013

Il premio Nobel per la Pace del 2013 è stato assegnato all’Organizzazione per la Proibizione delle Armi chimiche (OPAC), in inglese OPCW, Organization for the Prohibition of Chemical Weapons, venerdì 11 ottobre.

La cerimonia di consegna del premio, che consiste in una medaglia e in un assegno di poco inferiore al milione di euro, avverrà a Oslo, il prossimo dicembre, nel giorno dell’anniversario della morte di Alfred Nobel.
La notizia dell’assegnazione anticipata dalla tv norvegese Nrk ha lasciato sorpresi i più. L’Organizzazione non governativa, con sede a L’Aia, è entrata in lizza solo all’ultimo proprio per via dell’impegno profuso in Siria. La favorita di quest’anno era la sedicenne attivista pakistana, Malala Yousafzai, vittima di attacchi talebani, che lotta per il diritto all’istruzione nel suo paese e che probabilmente tornerà nella rosa dei favoriti nei prossimi anni.

Il Nobel è stato assegnato per gli “ampi sforzi” dell’Organizzazione per bandire le armi chimiche. Vista l’attuale situazione in medio oriente, il premio per la Pace ha lo scopo di incoraggiare lo smantellamento delle armi chimiche già intrapreso dall’OPAC nel paese in guerra, assieme all’ONU.
Braccio operativo della Convenzione sulle armi chimiche del 1993, entrata in vigore nel 1997, l’OPAC da più di quindici anni ispeziona i paesi che hanno aderito alla Convenzione, rendendo possibile la distruzione di migliaia di tonnellate di armi chimiche (per lo più legate al periodo della Guerra Fredda); passata alla ribalta in questi ultimi mesi a causa della guerra siriana, l’Organizzazione è stata incaricata da una risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu di coordinare e controllare le varie operazione in Siria. Il mandato sarà attivo fino al 30 giugno 2014 e consisterà di tre fasi: la prima, in corso, di supervisione; la seconda di smantellamento degli impianti di produzione delle armi chimiche; l’ultima di distruzione di migliaia di prodotti tossici. La missione sarà comune a OPAC e ONU, una si occuperà della parte tecnica, l’altra della fase strategica e avrà due basi, Damasco e Cipro.

Il direttore dell’Organizzazione, Ahmet Uzumcu, ha accolto con gioia e “umiltà” il Nobel, impegnandosi a “lavorare con immutata determinazione”, non solo in Siria, dove maggiori sono gli sforzi in questo momento, ma anche in altri paesi, in particolare quelli che ancora non hanno firmato la Convenzione sulle Armi chimiche come Angola, Corea del Nord, Egitto e Israele.
Non sono mancate le critiche, oltre allo stupore, non tanto perché sia stato assegnato nuovamente il premio non a un singolo ma a un’organizzazione (l’anno scorso il premio è stato assegnato all’Unione Europea), ma perché il lavoro dell’OPAC in Siria è molto difficile, a rischio anche delle persone valide che ci lavorano, e perché, come è stato detto, “proibire” non significa “eliminare”.

Chi ha vinto il premio Nobel per la Pace 2013?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Chi ha vinto il premio Nobel per la Pace 2013?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento