Chi ha vinto il premio Nobel per la Fisica 2013?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:15:28 15-10-2013

Il premio Nobel per la Fisica 2013 è stato assegnato a Peter Higgs e Francois Englert. I due scienziati sono stati premiati per i loro studi sul bosone, ribattezzato “la particella di Dio”, grazie alla quale è possibile l’esistenza della massa. Gli studi di Higgs e Englert hanno portato alla scoperta della cosiddetta particella mancante che spiega cosa è successo un attimo dopo il Big Bang.

Il bosone è stato scoperto al CERN- Centro europeo di ricerca nucleare – di Ginevra nel luglio del 2012. Lo studio iniziale di Higgs sul bosone risale al 1964, si trattava di un’elaborazione sostanzialmente teorica che non ha destato, almeno agli inizi, l’interesse della comunità scientifica. Grazie all’acceleratore di particelle presente al CERN, il più potente del mondo, si è riuscita a dimostrare l’esistenza del bosone che Higgs aveva teorizzato, grazie al suo ingegno, tramite alcune equazioni, infatti, gli esperimenti non sono mai stato il suo punto forte.

Si tratta di una scoperta fondamentale, che ha portato all’individuazione dell’ultima particella che ancora mancava all’appello dei costituenti della materia originaria sprigionata dopo il Big Bang.
I due fisici teorici, Higgs e Egnlert, erano arrivati, negli anni ’60, entrambi alle stesse conclusioni, ma separatamente: per sostenere il Modello Standard – che tiene insieme gli elementi fondamentali della natura e le forze gravitazionale, elettromagnetica, debole e forte – è necessaria l’esistenza di una particella elementare (quindi non composta da altre particelle più piccole), chiamata bosone H.

Come funziona il bosone H? Al momento del Big Bang erano presenti minuscole particelle super-energetiche che occupavano lo spazio-tempo, cento miliardesimi di secondo dopo il Big Bang, nel momento in cui la temperatura si era leggermente abbassata, l’Universo fu permeato da un campo, che stabilì un cambiamento di fase e che è stato chiamato campo di Higgs. Questo campo influì sulle particelle elementari che, prima di esso, si muovevano alla velocità della luce, mentre attraversando il campo rallentavano la loro velocità, convertendo così una parte della loro energia in massa. Il campo di Higgs, quindi, conferì con la sua presenza, una massa alle particelle che lo attraversarono: più le particelle venivano rallentate dalla forza del campo, e più la loro massa cresceva.

Il bosone H, è quindi, l’unità fondamentale che costituisce il campo di Higgs, e che permette la trasmissione dell’effetto prodotto dal campo, il quale non è immobile e si sposta in base alle fluttuazioni dei bosoni H che lo compongono.

Higgs, 84 anni, vive ad Edimburgo e non ha nessuna attrazione per la tecnologia: non ha un cellulare, non è interessato all’utilizzo del computer e non possiede neanche un televisore. Adora la musica classica che ascolta tramite un impianto a valvole e scrive ancora utilizzando esclusivamente carta e penna.

Chi ha vinto il premio Nobel per la Fisica 2013?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Chi ha vinto il premio Nobel per la Fisica 2013?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento