Chi ha inventato il boiler?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:59:50 14-03-2011

Il boiler, l’oggetto che per molti decenni (e in parte anche ora) ha portato l’acqua calda nelle case di tutto il mondo, è una delle più importanti invenzioni. Eppure pochi conoscono il nome del suo artefice. Nome che tuttavia risulta noto come marchio di una delle aziende di maggior successo nel settore della termotecnica. L’inventore del boiler è infatti Hugo Junkers, fantasioso e brillante progettista, che ha portato grandi innovazioni soprattutto nel campo dell’aviazione.
Il signor Jukers nacque nel 1859 in Germania, per l’esattezza a Rheydt, da una famiglia numerosa e benestante. Il padre era proprietario di una florida fabbrica tessile e il successo dell’azienda permise al giovane Hugo di frequentare il liceo e l’università. Come indirizzo di studio scelse l’ingegneria meccanica e quella elettronica, presso le università di Berlino e Aquisgrana. Al termine degli studi, affrontati con successo, stabilì la sua attività in una vecchia fattoria di Dessau, dove aprì la sua stazione sperimentale per motori a gas. Il lavoro era diviso con un socio e consisteva in ricerche ed esperimenti. Col il calorimetro, di per se un’invenzione semplice ma assai rivoluzionaria, entrò nell’olimpo degli inventori e tra i più grandi pionieri dell’industria. Quell’oggetto permetteva, per la prima volta, di calcolare il calore prodotto da un gas in combustione a portata di acqua costante, indicando il potere calorifero del gas su una scala di valori. Grazie a questa creazione, Junkers arrivò ad inventare lo scaldabagno a gas. Il brevetto fu depositato nel 1894. Tre anni dopo ne aveva venduti solo poco più di centottanta esemplari, la qual cosa fece del boiler un oggetto estremamente esclusivo e di lusso. Ma l’inventore voleva diffondere il suo prodotto più capillarmente e a tal fine iniziò a progettare modelli più compatti ed economici. Il mercato dei boiler ebbe quindi una forte accellerazione, e furono molto apprezzati soprattutto i primi boiler a muro. L’azienda di Dessau s’ingrandì e offrì lavoro a molti operai. Attorno al 1930 vi fu una grande svolta: l’azienda si legò alla Bosch con un’intensa collaborazione che portò ad un’ulteriore e importante innovazione. Agli scaldabagni della Junkers, la Bosch applicò il cosiddetto interruttore di sicurezza. Un passo avanti epocale per l’uso dei boiler nella massima tranquillità. Tale dispositivo, infatti, serviva a bloccare immediatamente la fuoriuscita di gas quando accadeva che la fiammella si spegnesse. Così si riducevano drasticamente incidenti che potevano avere estreme conseguenze. La maggiore sicurezza degli impianti, il costo decisamente contenuto rispetto al passato, le dimensioni non più eccessivamente ingombranti, portarono il boiler in moltissime case. Hugo Junkers morì nel 1935, lasciando 178 brevetti e un marchio che ancora oggi è sinonimo di innovazione.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Chi ha inventato il boiler?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Hugo Junkers è il genio che ha inventato il boiler , Il suo nome infatti "junkers" significa appunto boiler in tante lingue come per esempio in tedesco

Giudizio negativo Svantaggi: Non ci sono svantaggi

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: boiler hugo junkers innovazione

Categoria: Casa e giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Chi ha inventato il boiler?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento