Chi è Emma Arbabzadeh e cosa ha fatto?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:22:51 04-02-2011

Emma Arbabzadeh è una ventunenne di origini iraniane che si trova rinchiusa nel carcere francese di Versailles da cinque anni.
Emma è cresciuta in una famiglia problematica, la madre è un’infermiera rifugiata politica in Francia mentre la sorella è affetta da un handicap a colpa dei maltrattamenti subiti dal padre, ora deceduto. Ha solo 12 anni quando subisce le violenze di tre ragazzi.
La Arbabzadeh ha partecipato nel 2006 al rapimento del giovane ebreo ventiquattrenne Ilan Halimi da parte di una gang, soprannominata la “banda dei barbari”, che lo ha poi torturato.
La gang della periferia parigina era formata da 17 uomini e 10 donne, tutti neri e musulmani, ed Emma era la donna del capo della banda antisemita ed ha fatto da esca fissando un incontro con la giovane vittima che all’appuntamento trova i suoi aguzzini. Dopo le torture subite il giovane viene abbandonato lungo i binari ferroviari nei pressi della stazione di Sainte-Genevieve-des-bois. Il giovane non è sopravvissuto ed è morto mentre veniva trasportato in ambulanza all’ospedale a causa delle numerose ferite che gli erano state inferte, sebbene nessuna fosse mortale.

Emma durante il processo ha sempre negato di aver ricevuto un compenso in denaro, dai 3 mila ai 5 mila euro, per aver adescato Halimi, scelto da lei, ma non di aver trascorso col capo gang di origine ivoriane Youssouf Fofana, che nega sia il suo fidanzato, una notte in un albergo tre stelle.

La brutta storia di cronaca è stata pubblicata dal filosofo Adrien Barrot col titolo “Se questo è un ebreo” che richiama al celebre libro di Primo Levi.
Anche la madre della vittima, Ruth Halimi, ha raccontato in un libro scritto assieme ad Émilie Frèchele, le torture subite dal figlio nei 24 giorni di prigionia e le udienze in tribunale, alle quali ha assistito guardando in faccia gli assassini.

Attualmente il direttore del carcere femminile nel quale Emma è rinchiusa è accusato di avere passato alla giovane soldi, ricariche telefoniche ed altre cose vietate dal regolamento carcerario.
Il trattamento di favore alla donna non è passato inosservato da parte delle altre detenute che hanno denunciato la cosa ed un’indagine interna ha stabilito che il direttore e la detenuta hanno avuto una relazione sessuale dal dicembre del 2009 all’ottobre del 2010.
Florent Gonclaves ha 41 anni ed ha ammesso di essersi innamorato della Azbabzadeh tanto da arrivare a pensare di fuggire con lei ed auspica che ottenga la libertà condizionata, perché ha già scontato metà della pena alla quale è stata condannata.
Secondo quanto trapela dalle dichiarazione delle guardie carcerarie il direttore ed Emma avevano spesso colloqui di due o tre ore, cosa per niente consona al regolamento.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Chi è Emma Arbabzadeh e cosa ha fatto?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento