Che cosa sono i pianeti retrogradi?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 12:06:31 13-01-2011

In astrologia, i pianteti sono definiti “retrogradi” quando ci danno l’illusione di andare indietro, all’interno del quadro zodiacale, e sono contraddistinti con una “R” vicino ai gradi per indicare la loro caratteristica.
Si tratta in realtà di un effetto ottico, perché la retrogradazione non esiste nella realtà. Il pianeta infatti viaggia sempre in avanti, ma la Terra, viaggiando lungo la sua orbita, avanza con più velocità rispetto al pianeta, e quest’ultimo sembra che stia tornando indietro.

In astrologia tale effetto rappresenta un cambiamento energetico, una novità, un risultato diverso da quello che ci aspettavamo. L’effetto ottico dipende dal fatto Il cambiamento al quale assistiamo dalla Terra si realizza perché il pianeta retrogrado ci arriva molto vicino, e risentiamo della sua energia, che potrebbe essere più o meno forte, agendo sulla nostra capacità di affrontare gli eventi e modificando a volte la capacità che abbiamo di gestirli.

Sole e Luna sono considerati dei “Luminari” e non possono essere mai retrogradi. Giove e Saturno, Urano e Nettuno, insieme a Plutone, sono dei pianeti dal corso lento, e sono quelli più di frequente retrogradi, ma la loro collocazione esterna fa sì che la posizione retrograda non vada a influenzare più di tanto l’atteggiamento della persona che li ha così al momento della nascita.

L’influenza sull’interpretazione del tema caratteriale, si ha invece quando la retrogradazione interessa gli altri tre pianeti: Mercurio, Venere e Marte, definiti anche “personali” o “evolutivi”.
Si tratta di pianeti veloci, che sono retrogradi di rado e per periodi brevi rispetto ai precedenti, ma quando ciò accade hanno un effetto bloccante sul destino di quella persona.
La retrogradazione comporta sempre lo scatenarsi di una forza centripeta nei soggetti, e tende a volte a determinare delle vere e proprie implosioni, a seconda del pianeta retrogrado che abbiamo nel tema astrale di nascita. La retrogradazione del quadro zodiacale ci permette di valutare le difficoltà di un soggetto e i campi nei quali questo trova difficilmente un equilibrio.
Mercurio ad esempio rende una persona libera allo stato potenziale e l’intelligenza la aiuterà ad esprimersi, tuttavia la retrogradazione del pianeta può portare all’introversione o ad una difficoltà di comunicazione, nonostante il proliferare delle idee che Mercurio porta con sé, e in alcuni casi a dei disturbi come il ritardo nella parola per il bambino o la dislessia.
Se si ha invece Venere retrogrado, pur amando il vivere sociale, si tende a preferire le relazioni singole rispetto a quelle di gruppo, in cui il soggetto percepisce una difficoltà di socializzazione e poco cameratismo.
Marte retrogrado, porta invece alla difficoltà nel canalizzare le proprie energie verso un obbiettivo definito, pur essendo questo molto chiaro nella mente del soggetto. È inevitabile allora la dispersione delle proprie forze in quel settore.

Esiste una correlazione tra i pianeti personali retrogradi e la reincarnazione. Sembra che quelli con buoni aspetti indichino che i tratti negativi di un carattere non siano legati in profondità alla sua personalità; quelli che hanno un aspetto negativo sembrerebbero invece profondamente legati alla personalità, con una storia negativa ripetuta nelle vite precedenti.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Che cosa sono i pianeti retrogradi?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento