Che cos’è l’antropologia forense?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 15:57:58 29-06-2011

L’ antropologia forense è un ramo dell’ antropologia specializzato nell’ analisi del corpo della vittima e del luogo in cui è stato ritrovato il corpo stesso.
L’ antropologo ad esempio esamina i resti umani ed animali, ma anche i resti vegetali e riesce a risalire alle date dell’ origine e in caso di antropologia forense riesce a risalire alle date e modalità dell’ omicidio. Si ricorre all’ aiuto di tale figura professionale soprattutto nel caso in cui si tratti di cadaveri in avanzato stato di decomposizione e in cui siano incerte anche le modalità dell’ omicidio. Infatti, il medico legale che esegue l’ autopsia riesce da solo ad ultimare le analisi se l’ omidicio è avvenuto da poco, ma se l’ evento, invece, risale nel tempo, diventa importante il ruolo dell’ antropologo.
Una caratteristica dello stesso è data dal fatto che riesce ad analizzare anche i resti vegetali e quindi capire i tempi dell’ omicidio, ad esempio nell’ omicidio di Elisa Claps che tanto sta facendo parlare in questo periodo in quanto il suo cadavere è stato ritrovato nel sottotetto di una chiesa dopo tanti anni in avanzato stato di decomposizione, è stato importante analizzare dei semi presenti sul corpo per riuscire a capire se qualcuno aveva trovato il cadavere, infatti, accertato che la stessa era stata uccisa lo stesso giorno della scomparsa, sul corpo sono stati trovati dei semi incompatibili con quella stagione, segno che qualcuno aveva trovato il cadavere e non denunciato il fatto.
Quando si trovano cadaveri così vecchi, è importante analizzare i resti anche per risalire alla razza, cosa che riesce a fare l’ antropologo grazie alla specifica preparazione. Varie sono le competenze che deve avere tale professionista ovvero: anatomia, istologia, patologia, archeologia, peleontologia, antropologia fisica e odontoiatria.
Il ruolo dell’ antropologo forense è quello di assistere il medico legale nelle analisi che questi effettua. Si può intuire come questo specialista sia diventato importante soprattutto oggi che per l’ identificazione la ricostruzione dell’ omicidio ci si basa su prove scientifiche più che su prove di tipo oratorio ovvero basate su testimonianze. Un altro tipo di analisi che viene svolta dall’ antropologo riguarda anche i capelli e i peli attraverso cui si possono avere notizie sulla razza, ma anche su quella che è la causa della morte.
Attraverso lo studio delle ossa si può anche risalire all’ età e all’ altezza della persona e con lo studio del cranio si può anche provare a ricostruire il volto per l’ identificazione, cosa importante nel caso in cui, non sia possibile riconoscere il cadavere in altro modo. La presenza dello stesso è importante anche nel caso in cui i cadaveri siano stati sezionati e sepolti in punti diversi e magari non ritrovati insieme tutti i resti, infatti, vi sono stati omicidi simili nell’ ultimo periodo in Italia e ancora non sono stati ritrovati tutti i resti. In poche parole grazie all’ antropologo si riesce a ricostruire il contorno di omicidi che sono avvenuti anche decenni prima e ciò aiuta a trovare il colpevole.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Che cos’è l’antropologia forense?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: specializzato nell' analisi del corpo della vittima e del luogo in cui è stato ritrovato il corpo stesso , attraverso lo studio delle ossa si può anche risalire all' età e all' altezza della persona

Giudizio negativo Svantaggi: non è un lavoro che possono fare tutti

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: analisi del corpo antropologia forense Lavoro

Categoria: Lavoro

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Che cos’è l’antropologia forense?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento