Che cos’è il test delle macchie di Hermann Rorschach?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 14:50:06 11-11-2013

Il test di Rorschach è uno strumento usato per indagare la personalità, inventato nel 1918 dallo psichiatra svizzero Hermann Rorscach, quando era ancora solo uno studente. Sin dalla più tenera età, lo studioso amava giocare con l’inchiostro, che metteva al centro di un foglio di carta che veniva poi piegato, in maniera tale da dare vita a figure particolari e speculari; addirittura, per questa sua passione, ad un certo punto della sua vita pensò anche di divenire un artista. Inoltre, quando lo psichiatra era piccolo, era molto diffuso un gioco, chiamato Klecks (che in lingua tedesca significa macchie), che era basato sulla ricostruzione di storie, partendo dallo spunto fornito da alcune macchie d’inchiostro: Rorschach si rese conto del fatto che coloro che soffrivano di schizofrenia seguivano un percorso diverso per le loro associazioni.

Nel 1909, dopo essersi laureato, andò avanti con le sue indagini, chiedendo a circa 300 soggetti con problemi psichiatrici cosa vedessero nelle macchie. Le conclusioni di questi studi confluirono in un volume dal titolo “Psychodiagnostik”, uscito nel 1921, nel quale espose il metodo di analisi psicologica da lui elaborato. Il test è basato sul meccanismo inconscio della proiezione, e parte dal presupposto per cui, in presenza di uno stimolo ambiguo, qualsiasi soggetto elabora una risposta che, più che essere una percezione oggettiva, è un prodotto della sua fantasia.

Il metodo elaborato da Rorschach si serve di dieci tavole, ciascuna recante l’immagine, perfettamente simmetrica, di una macchia d’inchiostro. Le immagini sulle tavole sono di diverso tipo: tre colorate, due bicolori, cinque monocromatiche. Queste vengono mostrate ai soggetti, senza alcun limite di tempo, chiedendo poi loro di raccontare cosa vedano nelle immagini riportate sulle tavole.

Ovviamente, non ci sono risposte sbagliate e risposte giuste, perché l’unico scopo del test è quello di interpretare le risposte fornite dai pazienti per tracciare un profilo della loro personalità, al fine di individuare l’esistenza di eventuali problemi nel soggetto. Nel test si tiene anche conto del tempo che ciascuno impiega a rispondere. Le risposte vengono poi codificate servendosi della cosiddetta siglatura, che è una specie di scrittura stenografica, che consente di elaborare un identikit psicologico del soggetto; questa viene ricodificata periodicamente.

Il test, già poco tempo dopo l’uscita del libro, acquistò grande popolarità e diffusione, arrivando anche negli Stati Uniti dove, negli anni Sessanta, divenne in poco tempo il più importante e utilizzato metodo per l’indagine psicologica. Il successo fu però postumo, dato che Hermann Rorschach, essendo stato colpito da una peritonite fulminante, morì il 1 aprile del 1922, praticamente soltanto un anno dopo aver pubblicato il suo libro.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Che cos’è il test delle macchie di Hermann Rorschach?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Che cos’è il test delle macchie di Hermann Rorschach?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento