Bricolage facile: come verniciare il legno con lo smalto ad acqua

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:38:21 04-04-2017

Per rinnovare, con stile, gli arredi di casa bastano creatività e un po’ di smalto ad acqua. Gli smalti ad acqua, infatti, sono facilissimi da utilizzare; inodori, assicurano un colore intenso e ben definito. Inoltre, essendo realizzati con resine acriliche sono meno aggressivi rispetto ai classici smalti a solvente e non sono dannosi per la salute e per l’ambiente.

Verniciare il legno con lo smalto ad acqua è molto semplice: basta procurarsi pennelli con setole sintetiche morbide, smalti ad acqua di diversi colori, cementite, stucco e carta vetrata.
Nel caso in cui si desideri riportare “al naturale” il legno, sarà utile anche una levigatrice.

Prima di mettersi all’opera, è necessario carteggiare la superficie da verniciare: questa semplice operazione permette di rimuovere le asperità e migliorare la porosità evitando, così, che il nuovo colore “scivoli” sulla vernice precedente. Quando si usa la carta vetrata è fondamentale ricordarsi di seguire sempre il verso delle venature del legno.

Se il mobile presenta imperfezioni piuttosto vistose (o veri e propri “buchi”), si può migliorare la situazione passando un po’ di stucco. Dopo averlo fatto asciugare sarà necessario carteggiare nuovamente.

Per ottenere un risultato perfetto, dopo aver stuccato, si può stendere il primer, ossia una base aggrappante, capace di far aderire bene la vernice al legno ed assicurare una migliore copertura. Tra i prodotti fissativi più utilizzati vi è la cementite (che può essere stesa, facilmente, con un rullo).

Dopo aver dato uno mano di cementite si può passare alla verniciatura vera e propria. Ricordiamo che è fondamentale lavorare in un ambiente ben arieggiato e diluire lo smalto con dell’acqua (seguendo, scrupolosamente, le indicazioni riportate sul barattolo). Alla domanda “quante mani di vernice sono necessarie?” rispondono diverse scuole di pensiero: alcuni assicurano che una mano di vernice è più che sufficiente, altri, invece, sostengono che, per fare un buon lavoro, sia necessario passare due o tre volte.

La prima mano dovrà essere piuttosto diluita (per permettere alla vernice di penetrare nel legno con facilità), mentre le successive saranno più dense. Tra una mano e l’altra è consigliabile lasciar trascorrere almeno 12 ore e carteggiare: in questo modo si eliminerà la polvere che andrà a formarsi.
Se il mobile che si vuole tinteggiare ha una base scura è possibile ottenere un effetto decapato passando velocemente la carta vetrata e scegliendo una tinta chiara e luminosa.

Perfetti su legno, gli smalti ad acqua, garantiscono ottimi risultati anche su leghe, metalli e pvc.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Bricolage facile: come verniciare il legno con lo smalto ad acqua
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: Gli smalti ad acqua non contengono agenti aggressivi. , Anche i meno esperti possono rinnovare i mobili di casa.

Giudizio negativo Svantaggi: Gli smalti ad acqua sono piuttosto costosi.

Giudizio Generale: 0.0

 

Categoria: Casa e giardino

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Bricolage facile: come verniciare il legno con lo smalto ad acqua? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento