Bonus Bebè 2015: chi ne ha diritto e come richiederlo

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 17:08:49 20-02-2015

Con la legge di stabilità da poco passata sotto la lente d’ingrandimento del Governo e in attesa di formalizzazione con il dg 190/2014 comma 125, il tanto atteso Bonus Bebè sembra finalmente prendere il via.
Con Bonus Bebè si parla di un insieme di interventi atti ad aiutare quelle famiglie o quei singoli che vorrebbero avere o hanno già un figlio, ma si parla anche di adozione, e che non hanno le risorse necessarie per sostenerli in maniera adeguata; questo intervento è visto, insomma, come un modo per incentivare sia le nascite che le adozioni anche da parte delle giovani coppie.

Chi ne ha diritto.

Il Bonus Bebè è riservato alle famiglie, o ai genitori single, con bambini nati o adottati in un periodo che per il momento va dal 1 gennaio 2015 fino al 31 dicembre 2017. Oltre dei limiti temporali si deve tener conto anche di quelli economici. Possono, infatti, usufruire del Bonus Bebè coloro che hanno un ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) inferiore ai 25000. In questo caso il bonus mensile è pari a 80 euro al mese, per un totale annuo di 960 euro.

Discorso diverso per chi invece non arriva ai 7000 euro di ISEE e per i quali il bonus raddoppia a 160 euro al mese, vale a dire 1920 euro l’anno. Il calcolo si attua considerando la complessità dei redditi del nucleo familiare dell’anno solare precedente la nascita/l’adozione del figlio e il bonus verrà erogato fino al terzo anno di vita dello stesso. Il Bonus Bebè è indirizzato a genitori di nazionalità italiana, cittadini europei con residenza in Italia, o ancora cittadini extracomunitari con regolare permesso di soggiorno e residenza in Italia.

Come richiedere il bonus.

L’erogazione del Bonus Bebè non avviene in automatico ma c’è bisogno di una richiesta esplicita da parte dei genitori del bambino da effettuare tramite l’INPS, entro 90 giorni dalla nascita/adozione del figlio.

Il bonus verrà in questo modo riconosciuto dal mese di nascita/adozione del bambino e dopo il primo anno non ci sarà bisogno di ulteriori richieste ma sarà l’INPS stesso che continuerà a pagare o meno il bonus a seconda dell’ISEE presentato. Da sottolineare che la domanda potrà essere effettuata anche dopo i 90 giorni, ma in questo caso verranno perse le mensilità precedenti alla richiesta.

Per quanto riguarda la compilazione della richiesta in chiave pratica ci sarà bisogno dell’iscrizione al sito INPS e in questo modo la domanda verrà presentata per via telematica.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Bonus Bebè 2015: chi ne ha diritto e come richiederlo
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Bonus Bebè 2015: chi ne ha diritto e come richiederlo? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento