Come bloccare l’accesso a un sito web?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 9:29:10 28-10-2011

Esistono tre differenti possibilità per bloccare l’accesso a un sito web.
La prima è quella di installare un programma ad hoc. Ne esistono diversi. Il più noto è OpenDNS, che offre un’ampia gamma di servizi a seconda se si desidera controllare la navigazione a casa, in ufficio o a scuola. OpenDNS è a pagamento. Se stiamo cercando un software gratuito, Any Weblock fa al caso nostro.
In secondo luogo possiamo noi stessi limitare l’accesso a determinati siti.
Basta seguire una determinata procedura:
- cliccare sul tasto di Windows e accedere a ‘Computer’ se si utilizzano Windows Vista o 7, ‘Risorse del Computer’ per versioni precedenti;
- accedere al disco rigido, l’unità contrassegnata con “C:”;
- aprire la cartella Windows;
- aprire la cartella system32;
- aprire la cartella drivers;
- aprire la cartella etc.
Se non riuscite a trovare le cartelle desiderate provate a fare una ricerca rapida, in alto a destra. Aperta la cartella ‘etc’, cliccate con il tasto destro sul file ‘hosts’ e poi su ‘Proprietà’. Se è selezionata, spuntate la voce ‘Sola lettura’ e poi su ‘Applica’. Chiusa la finestra, apriamo il file ‘hosts’. Apparirà una finestra che vi chiede di scegliere un programma per aprire il file: selezionare ‘Blocco note’. Il testo potrebbe apparire in italiano o in inglese, a seconda del vostro sistema operativo. Niente paura, la procedura è la stessa.
Scorrendo il file vedrete una serie di numeri e segni come questa:

# 127.0.0.1 local host

Per bloccare l’accesso al sito non bisogna far altro che scrivere un’altra riga uguale: modificate solo le parole ‘local host’, al posto delle quali va inserito il sito che si desidera bloccare. Se, ad esempio, vogliamo bloccare il sito www.google.com, dovremo scrivere questa riga:

# 127.0.0.1 www.google.com

Fate attenzione: le distanze tra il cancelletto (#), i numeri e il sito sono fondamentali; dovete rispettare quelle già presenti nel vostro file di hosts. Potete realizzare questo tipo di operazione per tutti i siti che desiderate. Ricordate che un eccessivo numero di siti bloccati, porterà al rallentamento della vostra connessione.
Concluse tutte le operazioni necessarie, salvate il file e chiudetelo. Per proteggere il vostro hosts da eventuali modifiche non gradite, cliccateci sopra con il tasto destro, spuntate la voce “Sola lettura” e quindi su ‘Applica’.
Durante la navigazione in questo tipo di cartelle è necessario fare molta attenzione a non modificare importanti file di sistema. Potrebbe essere utile eseguire un backup del sistema, la procedura che consente di salvare le impostazioni del computer, per evitare danni.
La terza e ultima procedura per bloccare l’accesso a determinati siti, consiste nella modifica del vostro “Firewall”. In questo caso, bisogna tenere presente che ogni software di questo tipo è storia a sé: non esiste alcuna procedura generale come quella spiegata finora. Dovreste quindi armarvi di manuali e guide specifici.
La procedura analizzata è invece standard: funziona sempre, per qualsiasi sistema operativo utilizziate.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Come bloccare l’accesso a un sito web?
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

 

Giudizio positivo Vantaggi: installare un programma ad hoc , modificare il firewall

Giudizio negativo Svantaggi: nessun svantaggio

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: internet login sito web

Categoria: Computer e Internet

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Come bloccare l’accesso a un sito web?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento