Agopuntura efficace per la perdita di peso?

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: Redazione 8:35:43 18-12-2010

La medicina tradizionale cinese, con il trattamento dell’agopuntura, si discosta molto da quella occidentale, definita “allopatica”, ma è ormai entrata a pieno titolo anche nella nostra cultura, soprattutto per quanto riguarda particolari patologie. Una di queste è legata al trattamento dell’obesità.
Sembra infatti che l’agopuntura, attraverso l’introduzione di piccoli aghi in zone particolarmente sensibili del nostro corpo e abbinata ad una dieta ipocalorica, faccia davvero miracoli nella perdita di peso.
Com’è possibile tutto questo? Secondo la medicina cinese, l’aumento del peso è il risultato di un impulso metabolico non idoneo al nostro corpo che comporta un appesantimento a livello del sistema digestivo. C’è qualcosa, nel nostro metabolismo, che si interrompe, e attraverso i famosi aghi collocati nei punti giusti andiamo a ripristinarlo.
L’agopuntura aiuta così a riattivare il metabolismo e lo incita a bruciare più calorie in modo molto veloce. C’è una sola, miracolosa realtà in tutto questo: gli aghi, collocati lungo particolari centri nervosi, sono efficaci non nel dimagrimento in sé stesso, ma nel recupero del controllo dell’appetito, spesso difficile da gestire.
L’agopuntura infatti, viene utilizzata con risultati eccellenti in caso di obesità derivante da fame nervosa, ansia e stress. Se l’aumento di peso deriva da un’alimentazione sbagliata e scorretta, è facile che il nostro organismo trovi giovamento interrompendo il circolo vizioso che lega il nervosismo alla richiesta continua e inappropriata di cibo.
Starà poi all’agopuntore specializzato capire quali punti andare a trattare. Intanto c’è un’anamnesi, in cui il medico ascolta la storia del paziente; solo dopo dovrà concentrarsi su determinati punti del corpo. I punti da toccare per inibire il senso di fame sono diversi e la mappa delle zone soggette ad agopuntura varia a seconda del quadro anamnestico. Si riconoscono però alcuni punti base da trattare sempre, come il rene e la vescica che favoriscono l’eliminazione delle tossine attraverso la diuresi, lo stomaco e l’intestino, oltre alle orecchie per regolare lo stimolo della fame, il cuore e il canale del REN MAI per favorire lo scioglimento dei grassi.
Ci sarà anche una distinzione tra i punti da toccare a seconda che si tratti di fame nervosa (derivante cioè da ansia) o di fame da stress. Nel primo caso infatti, sarà da trattare un punto sopra lo sterno; nel secondo invece i punti auricolari. La fame ansiosa è il sintomo di chi si abbuffa senza appetito e lo fa solo per placare il nervosismo. In questo caso l’agopuntura agisce a livello ormonale, aumentando la secrezione di serotonina e di altri ormoni del benessere.
In realtà, ogni caso è a sé stante. A seconda della problematica e in base alle caratteristiche del soggetto, i punti oggetto di trattamento potranno includere anche la bocca, lo stomaco, la ghiandola endocrina, i polmoni, il rene o la tiroide.
La caratteristica principale dell’agopuntura sta nella risoluzione dello squilibrio energetico a carico di certi organi. Nel caso del sovrappeso c’è un vuoto d’energia in organi come fegato e milza, ma anche stomaco e intestino, che gestiscono il metabolismo. Durante il primo incontro il medico agopuntore valuta la funzionalità degli organi.

Condividi:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

Hai delle domande su Agopuntura efficace per la perdita di peso?? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

You must be logged in to post a comment.

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento